Terremoto in Perù: epicentro nel sud del Paese, una vittima e circa 60 feriti

È di una vittima (alcuni organi di stampa parlano di due vittime), 61 feriti, 736 famiglie coinvolte, 171 abitazioni danneggiate, 33 scuole danneggiate e una scuola crollata il più aggiornato bilancio ufficiale della scossa di terremoto di oltre i 7 gradi della scala Richter, che ieri ha colpito il Perù meridionale. L’epicentro è stato localizzato a sud di Acari (provincia e, dal punto di vista religioso, prelatura territoriale di Caravelí, regione di Arequipa) lungo la costa del Pacifico. Feriti e danni sono stati riportati soprattutto nella zona di Caravelí (secondo i dati provvisori i feriti sono circa 45) ma anche nelle vicine regioni di Ica (dieci feriti) e Ayachucho (una cinquantina di abitazioni distrutte). I dati vengono aggiornati dal Coen (il Centro delle operazioni di emergenza nazionale). Il sisma si è verificato a 58 anni di distanza dal terribile terremoto che il 13 gennaio 1960 praticamente distrusse la città di Caravelí.
Si tratta di zone lontane dalle città che, a partire da giovedì, saranno toccate dalla visita di Papa Francesco. Sul profilo ufficiale twitter della visita di Papa Francesco della Conferenza episcopale peruviana è apparso un breve messaggio dedicato al terremoto: “Arequipa, le nostre preghiere e la nostra fede sono con voi, fratelli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia