Papa in Cile: la messa dei 9mila volontari. Card. Ezzati, “viene a portare la pace a persone che ne hanno davvero bisogno”

“Qualche giorno fa abbiamo visto alcune bombe lanciate in cinque comunità cristiane, ma quello che abbiamo visto oggi è molto più forte”. Lo ha detto, provocando un fragoroso applauso, sabato pomeriggio l’arcivescovo di Santiago, card. Ricardo Ezzati Andrello, all’inizio della celebrazione della “Messa di invio” alla Movistar Arena, alla quale hanno partecipato 9mila persone, tutti volontari che si sono messi a disposizione dei pellegrini che sono arrivati a Santiago del Cile per seguire Papa Francesco. L’incontro dei volontari è stato il primo grande evento in attesa oggi dell’arrivo del Papa. Una festa, animata con canti, danze e testimonianze. La Messa è stata concelebrata da tutti i vescovi e ausiliari del Cile e l’omelia è stata pronunciata dal presidente della Conferenza episcopale cilena. L’arcivescovo di Santiago, il card. Ezzati, in una conferenza stampa alla Movistar Arena, ha ripercorso le varie tappe del viaggio di Francesco nella città di Santiago, in particolare nel carcere femminile in cui “il Papa viene per portare la pace a persone che ne hanno bisogno davvero. Andrà anche alla Hogar de Cristo tra i più poveri della nostra città, a portare il dono della pace, invitando tutti noi ad essere solidali con chi ne ha più bisogno”. Il cardinale ha fatto poi riferimento all’incontro del Papa con i giovani a Maipú, “per invitarli a costruire la civiltà dell’amore, della solidarietà, dell’accoglienza, della cultura dell’incontro”.

Il porporato ha anche ricordato che Francesco “si recherà nel sud del Paese dove non solo incontrerà un popolo nativo che desidera ardentemente la dignità e il riconoscimento, ma anche una regione in cui la povertà è significativa”. La tappa invece a Iquique è all’insegna della “devozione popolare”, alla Virgen del Carmen, La Tirana, ed essendo questa regione del Nord, vicino a Perù e Bolivia, il Papa lancerà un “invito a costruire pace, armonia e solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia