Giornata migrante e rifugiato: Milano (Save the Children), “troppi minori giunti in Europa soli sono ancora oggi privi di protezione”

“Nel suo messaggio per la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, Papa Francesco ha sottolineato con forza quattro verbi chiave – accogliere, proteggere, promuovere e integrare – che devono rappresentare la bussola per la tutela in particolare dei gruppi più vulnerabili, come i minori stranieri non accompagnati. Troppi minori migranti giunti in Europa soli, con esperienze drammatiche alle spalle, sono ancora oggi privi di protezione, di una accoglienza adeguata e di opportunità di inclusione sociale e, in molti casi, sono costretti a rischiare ulteriormente la vita nel tentativo di ricongiungersi ai propri familiari in altri paesi europei”. Lo ha dichiarato Raffaela Milano, direttrice dei Programmi Italia-Europa di Save the Children, in occasione della Giornata che si è celebrata ieri. “Il richiamo di Papa Francesco alla protezione dei minori migranti  – ha aggiunto Milano – ci porta a ricordare ancora una volta l’urgenza da parte della comunità internazionale di agire nelle aree del mondo afflitte da dittature, conflitti e carestie per prevenire all’origine la tratta di esseri umani e le migrazioni forzate e, allo stesso tempo, la necessità di offrire vie sicure e legali per le persone in fuga, ponendo fine ai drammi che continuano a verificarsi nella traversata del deserto e del Mar Mediterraneo”. Per chi giunge in Europa, ha sottolineato, “è poi indispensabile attivare, almeno sino all’approvazione del Regolamento Dublino così come proposto dal Parlamento europeo, un sistema di ricollocamento che coinvolga i diversi Paesi e assicurare, in Italia, una piena attuazione della legge Zampa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia