Danimarca: Chiesa luterana, “più sacerdoti per rispondere alle richieste degli studenti” in scuole e università

La Chiesa luterana in Danimarca deve trovare il modo di rispondere alla crescente richiesta di “sacerdoti per gli studenti”. I 17 pastori distribuiti nelle principali istituzioni educative del Paese non bastano più e anche le istituzioni più piccole si stanno rivolgendo ai vescovi per chiedere nuove forze. Lo si legge sul sito della Chiesa danese. La velocità con cui gli studenti sono chiamati a compiere il loro programma di studi genera “più stress e se qualcosa accade agli studenti sul piano personale” diventano vulnerabili e questo li spinge “a cercare persone” che siano disponibili ad ascoltarli. In generale, questi accompagnatori pastorali “aiutano tutti gli studenti”, si legge sempre sul sito. “Hanno piena riservatezza e non tengono un diario come uno psicologo. Non devi essere un cristiano per rivolgerti a loro. I colloqui sono gratuiti”. Il primo pastore è entrato a lavorare in Università nel 1966, a Copenaghen. Negli anni ’90 questo servizio è stato esteso ad altre istituzioni educative. Le ultime tre assunzioni sono avvenute nel 2017 presso lo University College a Lillebælt, a North Jutland e a Odense. Secondo i vescovi si tratta “di una sfida riuscire a soddisfare il grande bisogno che risulta al momento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia