Myanmar: Wfp distribuisce cibo agli sfollati Rohingya

Il World food programme (Wfp) delle Nazioni Unite sta distribuendo cibo alle persone che stanno arrivando in Bangladesh per sfuggire alle violenze nello Stato Rakhine, in Myanmar. Dal 25 agosto sono circa 146.000 le persone che hanno attraversato il confine arrivando nel distretto di Cox’s Bazar. Finora il Wfp ha fornito razioni di tre giorni di biscotti ad alto contenuto energetico a più di 28.800 nuovi arrivati, mentre 28.000 persone hanno ricevuto un pasto caldo di khichuri, una pietanza a base di riso e lenticchie, attraverso le cucine comuni dove il Wfp fornisce il riso. Anche Action Contre la Faim, Red Crescent Society e International Federation of the Red Cross and Red Crescent Societies stanno fornendo cibo alle persone. Il Wfp è preoccupato per la salute di donne e bambini che stanno arrivando affamati e malnutriti e sta fornendo loro uno speciale porridge altamente nutritivo preparato con grano e farina di soia. “Migliaia di persone stanno arrivando ogni giorno a Cox’s Bazar alla ricerca di un posto dove stare. La maggioranza delle persone che intraprendono il pericoloso viaggio per attraversare il confine sono donne, bambini e anziani. Il Wfp sta estendendo le sue operazioni per aiutarli e facciamo appello alla comunità dei donatori affinché ci aiutino a continuare a farlo”, ha affermato Dipayan Bhattacharya, vice direttore dell’Ufficio del Wfp in Bangladesh. Il Wfp ha bisogno di 11,3 milioni di dollari per sostenere i nuovi flussi di arrivo delle persone, in aggiunta a quelle che stanno già vivendo nei campi. Sta fornendo assistenza alimentare a circa 72.500 persone che vivono in campi di fortuna dal precedente scoppio delle violenze, a ottobre 2016, oltre ai quasi 34.000 rifugiati registrati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia