Diocesi: Firenze, collocata sulla facciata del Duomo una replica di marmo del Samuele di Giovan Battista Tassara

Con l’ausilio di due gru, i restauratori dell’Opera di Santa Maria del Fiore hanno collocato stamani sulla facciata del Duomo di Firenze una replica di marmo, scolpita a mano dalle maestranze della Bottega di restauro dell’Opera, della scultura ottocentesca raffigurante Samuele (cm 175), uno dei personaggi dell’Antico Testamento. L’originale della scultura, opera di Giovan Battista Tassara, risale al periodo in cui fu costruita la nuova facciata del Duomo di Firenze, di cui ricorrono quest’anno 130 anni. Rimosso alcuni anni fa per motivi di conservazione, il Samuele, dopo il restauro, è entrato a far parte della collezione del nuovo Museo dell’Opera del Duomo, dove è visibile al pubblico fin dall’apertura. A breve, nel mese di ottobre, saranno rimosse dalla facciata del Duomo anche altre tre grandi sculture degradate, raffiguranti Papa Leone Magno, Papa Gregorio VII e Papa Celestino. Le tre statue, opera di Raffaello Romanelli, Fortunato Galli e Dante Sodini, saranno prima restaurate e poi sostituite sulla facciata da repliche di marmo. I lavori odierni fanno parte di un più ampio progetto di manutenzione e restauro della facciata ottocentesca del Duomo, che comprende anche le tre porte bronzee. Iniziato a luglio di quest’anno, con il fronte del portale maggiore, il restauro delle tre porte terminerà il prossimo dicembre. “L’intervento si è reso necessario – spiega Beatrice Agostini, responsabile restauro e manutenzione dei monumenti dell’Opera – perché le porte si presentano con la superficie completamente ricoperta da spessi accumuli di polveri e ossidazioni, che nascondono gran parte dei dettagli della decorazione scultorea”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia