Cardinali: morto l’arcivescovo emerito di Bologna Carlo Caffarra

È morto il card. Carlo Caffarra, arcivescovo emerito di Bologna. A darne notizia è la Sala Stampa della Santa Sede, che ne diffonde un’ampia biografia in italiano e in inglese. Il card. Caffarra è nato il 1° giugno 1938 a Samboseto di Busseto, in provincia di Parma e diocesi di Fidenza. Ordinato sacerdote il 2 luglio 1961, a Samboseto, ha proseguito gli studi a Roma, conseguendo il dottorato in diritto canonico presso la Pontificia Università Gregoriana e il diploma di specializzazione in teologia morale presso la Pontificia Accademia Alfonsiana presentando una tesi sul rapporto religione-morale nella filosofia. Rientrato in diocesi, è stato vice-parroco presso la parrocchia della cattedrale di Fidenza, iniziando nel contempo l’insegnamento della teologia morale presso i Seminari di Parma e di Fidenza. Su invito di mons. Carlo Colombo, diviene professore di teologia morale fondamentale alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale di Milano, e al Dipartimento di scienze religiose dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, istituito in quegli anni dal rettore Lazzati. Conosce mons. Luigi Giussani: un incontro fondamentale per la sua vita. Una profonda amicizia nascerà in seguito anche dall’incontro con don Divo Barsotti, figura eminente di mistico e di teologo. Negli anni Settanta ha iniziato ad approfondire i temi del matrimonio, della famiglia e della procreazione umana. Ha insegnato Etica medica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma e nell’agosto 1974 è stato nominato da Papa Paolo VI Membro della Commissione teologica internazionale, incarico mantenuto per due quinquenni successivi. Nel 1980 Giovanni Paolo II lo ha nominato esperto al Sinodo dei vescovi sul matrimonio e la famiglia, e nel gennaio del 1981 gli ha conferito il mandato di fondare e presiedere il Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia, dove ha tenuto il corso di Etica della procreazione e i seminari di etica generale e di bioetica.
L’8 settembre 1995 è stato nominato arcivescovo di Ferrara-Comacchio, ricevendo l’ordinazione episcopale nel duomo di Fidenza il 21 ottobre dello stesso anno per le mani del card. Giacomo Biffi. È stato presidente della Conferenza episcopale dell’Emilia Romagna e moderatore del Tribunale Flaminio per le cause matrimoniali. Il 16 dicembre 2003 Giovanni Paolo II lo ha nominato arcivescovo metropolita di Bologna, che ha retto fino al 27 ottobre 2015. È stato creato cardinale da Benedetto XVI, nel Concistoro del 24 marzo 2006. Ha partecipato al conclave del marzo 2013 che ha eletto Papa Francesco. Per nomina pontificia ha partecipato alla III Assemblea generale straordinaria del Sinodo dei vescovi sulla famiglia (ottobre 2014 e ottobre 2015). Autore di volumi di Teologia morale fondamentale e di numerosi articoli, tradotti nelle principali lingue, ha curato l’edizione commentata di tutte le catechesi dedicate da Giovanni Paolo II all’amore umano e – in cooperazione con l’Università di Navarra – l’Enchiridion Familiae in 5 volumi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia