Dopo di noi: Cesv Messina, due giornate per riflettere sull'”inclusione attiva di persone con disabilità”

Due giornate di studio a Messina sulla legge “Dopo di noi”, che contiene disposizioni per l’assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Si svolgeranno al Palacultura di viale Boccetta, il 6 e il 19 ottobre. L’iniziativa, organizzata dal Cesv Messina e intitolata “Dopo di noi: dalla legge all’inclusione attiva della persona con disabilità”, porterà le associazioni di volontariato a confrontarsi su questo tema. Nella prima giornata interverranno Francesca Moccia, vice presidente di Cittadinanza Attiva, Simone Bucchi, presidente della Fondazione “Noi: domani” Marche, Elvira Benincasa, responsabile della comunità “Dopo di noi” Progetto Sud di Lamezia Terme e Maurizio Nicosia, presidente della cooperativa sociale Sire. Nel secondo appuntamento si rifletterà su “l’inclusione attiva della persona con disabilità” con gli interventi di Renato Briante, consulente Formez e Inapp per l’accompagnamento tecnico al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Mario Alvano, segretario generale Anci Sicilia, Severino Richiusa, dirigente dell’assessorato regionale alla Famiglia, Politiche Sociali e Lavoro e Nunzia Coppedè, referente Fish Calabria. “Nonostante la legge sia in vigore ormai da un anno, è ancora in fase di rodaggio e la sua attuazione con le relative linee guida regionali procede a macchia di leopardo – spiega il presidente del Cesv, Santi Mondello -. Così abbiamo organizzato queste due giornate per approntare una proposta che vada nella direzione di una messa a sistema delle politiche per le persone con disabilità, dei fondi e dei vari istituti che li erogano”

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa