Papa Francesco: don De Robertis (Fond. Migrantes), da lui invito “chiaro” per costruire “una nuova civiltà dell’amore”

Quello di Papa Francesco ai direttori della pastorale dei migranti in Europa è stato un invito “chiaro” per costruire “una nuova civiltà dell’amore”: lo dice don Gianni De Robertis, direttore generale della Fondazione Migrantes, commentando le parole del Papa ai responsabili migranti delle varie Conferenze episcopali europee, in questi giorni a Roma per l’annuale convegno. Dalle parole del Pontefice – spiega don De Robertis – emerge chiara la ” motivazione che la Chiesa, come il suo Maestro, ama i poveri e gli ultimi, come i migranti, e in loro riconosce Gesù”. Oltre alle preoccupazioni per una nuova ondata di razzismo e xenofobia in Europa il Papa legge anche gli aspetti positivi delle migrazioni a partire dalla possibilità di “vivere la cattolicità e di far risuonare il Vangelo a tutti i popoli”.
Ancora una volta “Papa Francesco dà uno sguardo al tema migranti indicando i punti centrali di una visione d’accoglienza tenendo conto dei quattro verbi da lui indicati nel messaggio per la prossima Giornata mondiale del migrante e del rifugiato: accogliere, proteggere, promuovere, integrare”, sottolinea De Robertis: “Occorre oggi creare in ogni territorio servizi di accompagnamento, non solo per richiedenti asilo, ma per tutte le persone di quel territorio in difficoltà lavorativa ed abitativa” accompagnadoli quindi un “progetto di integrazione”.
Salutando il Pontefice al termine dell’incontro don De Robertis si è presentato come nuovo direttore della Fondazione Migrantes. “Bene, alzati e muoviti”, gli ha risposto Papa Francesco. “Si tratta – afferma don De Robertis – di un invito chiaro ad un impegno a lavorare per costruire ponti e quindi un nuovo mondo senza muri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa