Disabilità: Scelzo (Mac), “inaccettabile ogni forma di steccato che isoli le persone”

La disabilità non deve “escludere l’uomo dalla realtà delle relazioni concrete”. Francesco Scelzo, presidente del Movimento apostolico ciechi, intervenuto questa mattina durante il congresso nazionale sul tema “Vi ho chiamato amici. I gruppi Mac per una Chiesa ‘in uscita’”, in corso a Roma, ha delineato le principali sfide per le persone con disabilità. Lo ha fatto spiegando che “formarsi a stare responsabilmente dentro la propria disabilità è formarsi alla vita spirituale. Questa deve essere espressione e realizzazione della libertà dell’uomo”. Particolare attenzione in questo processo, dunque, alla vita di fede. “Se la spiritualità è principio di esercizio della libertà – ha aggiunto Scelzo -, è inaccettabile ogni forma di steccato, ogni recinto che tende a isolare le persone disabili”. Proprio per questo motivo “è giunto il tempo di rivendicare l’inclusione e non la recinzione anche nelle assemblee liturgiche, negli incontri e nei percorsi formativi delle comunità ecclesiali. Troppo spesso in presenza della disabilità si tende a separare più che a includere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa