Annuncio della Parola: mons. Galantino, “il cattolicesimo italiano si è sempre distinto per il suo carattere popolare”

È necessaria una “vera adesione alla serie dei problemi sul tappeto con l’impegno a porvi rimedio. Il cattolicesimo italiano si è sempre distinto per il suo carattere popolare, cioè di immersione dentro le fatiche e le sofferenze della gente”. Lo ha detto mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della Cei, intervenuto alla nona Convocazione ecclesiale diocesana di Campobasso-Bojano, sul tema “Kèrigma e Chiesa italiana, oggi”. Nel suo intervento, il presule ha citato le cinque vie indicate da Papa Francesco durante il Convegno ecclesiale nazionale di Firenze (uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare). “Vie, verbi ed esercizi capaci di rimettere in moto una Chiesa, la nostra, spesso appesantita da strutture e sovrastrutture rivelatesi paralizzanti”, ha aggiunto. In particolare, mons. Galantino, soffermandosi sul verbo “abitare”, ha sottolineato la “capacità della comunità cristiana di essere là dove molti se ne vanno, garantendo presidi di umanità e di socialità laddove anche le istituzioni tendono a battere in ritirata. Ciò sarà possibile solo grazie a persone che facciano dell’impegno politico un’occasione di trasformazione al di là di facili populismi e di abituali conservatorismi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa