Siria: mons. Abou Khazen, “importante sentire di avere dei fratelli che pensano a noi”. Il grazie di Aleppo alla parrocchia di Lugo

(Lugo) “Per noi è molto importante non solo l’aiuto materiale, ma sentire di avere dei fratelli che pensano a noi, che stanno con noi, che ci aiutano. Così non ci sentiamo più appartenenti a una minoranza schiacciata e perseguitata, ma sentiamo di appartenere a una grande famiglia che siete voi e tutta la chiesa”. A ringraziare la comunità parrocchiale della Collegiata, a Lugo di Romagna, nella diocesi di Imola, è stato mons. Georges Abou Khazen, arcivescovo latino di Aleppo, intervenuto nel corso di un incontro pubblico tenutosi ieri sera. Parole raccolte dal parroco della Collegiata di Lugo, don Leonardo Poli che ha raccontato del progetto “Aiutateci a casa nostra”, a favore dei cristiani perseguitati nei loro Paesi, lanciato nel 2016. “Quando nell’Anno della Misericordia il Papa invitò le parrocchie ad adottare una famiglia di profughi, ci siamo lasciati provocare”, ha detto il parroco e da Lugo sono andati oltre. “Abbiamo chiesto a 150 famiglie di versare 20 euro al mese attraverso il metodo del bonifico continuativo, a costo zero grazie alla disponibilità delle banche. Le famiglie hanno risposto in 200”. “Fino ad oggi siamo riusciti a raccogliere per Aleppo 74mila euro”. Le offerte, inviate a mons. Abou Khazen, sono servite per fornire generi alimentari, pagare spese mediche, medicine, materiale scolastico e mutui. Sono stati coinvolti anche i bambini del catechismo: “Si sono inventati di tutto, portachiavi in sughero o altri oggetti. Andavano a venderli nel quartiere, coinvolgendo anche i genitori”. Nel periodo della Quaresima “arrivavano col loro gruzzoletto per metterlo dentro al pozzo in carta pesta, collocato davanti all’altare”. Duemila euro lo scorso anno, duemila nel 2017, per i bambini della Collegiata che hanno vissuto momento significativo quando “durante la messa della Domenica delle Palme siamo riusciti a metterci in collegamento diretto Skype con la stessa messa ad Aleppo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia