Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: mons. Rocco Pennacchio nominato arcivescovo di Fermo

Papa Francesco ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi metropolitana di Fermo (Italia), presentata da mons. Luigi Conti, e ha nominato arcivescovo dell’arcidiocesi marchigiana mons. Rocco Pennacchio, del clero dell’arcidiocesi di Matera-Irsina, finora parroco della parrocchia di San Pio X, a Matera. Ne dà notizia oggi la sala stampa vaticana, riportando alcune note biografiche di mons. Pennacchio: è nato a Matera, arcidiocesi di Matera-Irsina e provincia di Matera, il 16 giugno 1963. Ha conseguito i diplomi di perito commerciale e al conservatorio. Ha iniziato l’esperienza lavorativa nella filiale del Banco di Napoli di Matera. Attivamente impegnato in parrocchia, all’interno dell’Azione Cattolica, rivestendo anche ruoli apicali in ambito locale e diocesano. Nel 1993, a trent’anni, è entrato nel Seminario interdiocesano maggiore di Potenza per i corsi teologici istituzionali, conclusi con il baccellierato in teologia; il 4 luglio 1998 è stato ordinato presbitero per l’arcidiocesi di Matera-Irsina. In seguito ha ripreso gli studi in antropologia teologica presso l’Istituto teologico pugliese di Molfetta, conseguendo la licenza. Tra gli incarichi più significativi: vicario parrocchiale a san Paolo apostolo a Matera dal 1998 al 2010; assistente diocesano della Fuci e del settore giovani di Azione Cattolica dal 1998 al 2006; assistente spirituale delle Missionarie della Regalità dal 1998 al 2009; insegnante di religione nel liceo cittadino dal 2001 al 2011; economo diocesano di Matera-Irsina dal 2004 al 2010; economo della Conferenza episcopale italiana dal 2011 al 2016. Dall’ottobre 2016 è parroco di san Pio X, a Matera.

© Riproduzione Riservata
Territori