Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Kosovo: don Koliqi (parroco santuario di Pristina), “Madre Teresa ha riunito il nostro popolo martire”

Un momento della consacrazione del santuario di Pristina a Madre Teresa

Don Fatmir Koliqi, parroco del santuario Madre Teresa di pristina, ricorda per il Sir la grande emozione di portare il giorno della consacrazione la reliquia del sangue della santa: il sangue di questa chiesa e di questo popolo che, partita 100 anni fa verso l’India, “torna alla casa dei suo genitori sangue santo”. E poi vedere nel santuario tutto il popolo kosovaro insieme: “è stata una cosa veramente speciale, che può fare solo una persona come Madre Teresa, una persona che ci unisce”. “Emozioni veramente sante” nella storia di un Paese che, dall’invasione ottomana nel XVI secolo e poi con il comunismo, “ci ha tolto la possibilità di praticare la fede, anzi ci ha perseguitati”. In quel giorno “il Signore ci ha donato la grazia di poter essere tutti insieme e festeggiare, e di avere un cardinale albanese, un martire vivente dal sistema comunista, inviato speciale di Papa Francesco. È una rinascita per la nostra Chiesa e per il nostro popolo martire”.

© Riproduzione Riservata
Europa