Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Giovani: card. Bassetti, “non rimanete dei rimorchiati nella vita. Alzatevi e non restate ai margini”

“Coraggio. Non rimanete dei rimorchiati nella vita. Muovetevi. Alzatevi e non restate ai margini, ma state in mezzo al popolo di Dio, perché Gesù Cristo vi dice alzatevi e date valore alla vostra vita”. È l’invito rivolto ieri sera dal card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ai giovani presenti nella cattedrale in occasione della celebrazione per l’ordinazione diaconale. Due – Giovanni Mirabassi e Stefano Rivecci – sono i nuovi diaconi permanenti mentre Federico Casini, Giovani Le Yang, Augusto Martelli e Pietro Squarta, seminaristi del Pontificio Seminario Regionale “Pio XI” di Assisi, saranno ordinati sacerdoti nel corso dell’anno pastorale appena iniziato. A loro il card. Bassetti ha detto che “purtroppo viviamo in un mondo che ha cancellato dal vocabolario quotidiano la categoria del dono, perciò è diventato un mondo di inimicizia, di egoismo e spesso di morte. Il vescovo vi esorta a combattere tutta questa mentalità con un’unica arma: facendo vostra la categoria della gratuità”. “Siete chiamati – ha aggiunto – ad offrire quello che manca alla nostra società, che crede di avere tutto, ma purtroppo manca dell’essenziale: di amore, gioia, pace, serenità. Tocca a noi cristiani risvegliare la nostalgia di ciò che si è perso per la strada: la nostalgia di Dio”. Rivolgendosi ai tanti giovani presenti, l’arcivescovo ha ricordato che “Cristo vi chiama, rispondetegli e non abbiate paura della scelta da compiere. Abbiate coraggio, perché solo così il mondo potrà cambiare”. “La vita è bella – ha proseguito – e vivetela generosamente e nella purezza del vostro cuore e dei vostri intenti. Non fate mai della vostra vita il contenitore delle vostre ansie e delle vostre paure”. “Fate piuttosto della vostra vita l’ostensorio di tante attese e di tante speranze che cogliamo attorno a noi, perché ne abbiamo tutti bisogno. Date vita alla speranza e imitate la Vergine Maria che ha fatto sempre questo”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata
Territori