Papa in Colombia: Locatelli (Limes), “il suo appello di pace non sarà inascoltato”

(Foto L'Osservatore Romano (www.photo.va) / SIR)

“Il viaggio del Papa ha dato un tratto di legittimità al processo che sta portando avanti il presidente Juan Manuel Santos, di ricucitura con il movimento marxista-leninista delle Farc e l’altra guerriglia Eln, anche per guarire le ferite di un lungo conflitto”. È il parere del giornalista Niccolò Locatelli, coordinatore del sito di Limes, la rivista italiana di geopolitica, in una intervista al Sir sui risvolti geopolitici della visita del Papa in Colombia. “Il raggiungimento della pace è valso a Santos il premio Nobel – ricorda Locatelli – e il Papa, che ha sostenuto il processo di pace fin dall’inizio, è andato in Colombia a dare il proprio marchio”. “Sicuramente l’appello del Papa in un Paese cattolico come la Colombia non sarà inascoltato – afferma -. Il processo di pace è stato abbastanza tormentato negli ultimi anni e c’è una certa polarizzazione. Però l’impatto papale sarà netto, positivo e verificabile. Anche se il futuro dell’accordo di pace dipende molto da chi vincerà le prossime elezioni non è detto che potrebbe tornare tutto in discussione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa