Papa in Colombia: Carriquiry, con vescovi venezuelani “non è fissato alcun incontro formale ma certamente ci saranno scambi informali”

Ad accogliere il Papa in Colombia ci saranno anche i due cardinali venezuelani Jorge Liberato Urosa Savino, arcivescovo di Caracas, e Baltazar Enrique Porras Cardozo, arcivescovo di Merida, ma “non posso pensare che altri vescovi del Venezuela non vengano in Colombia ad ‘accompagnare’” il viaggio di Bergoglio”. Con loro “non è fissato alcun incontro formale ma certamente ci saranno scambi informali”. Ad affermarlo è Guzmán Carriquiry, segretario della Pontificia Commissione per l’America Latina, rispondendo alle domande dei giornalisti nel corso del briefing odierno sul viaggio apostolico del Pontefice in Colombia (6 – 11 settembre). Quando Francesco incontrerà a Bogotà i 60 vescovi del Celam, ha quindi detto al Sir, “guarderà all’insieme dell’America latina che vive una situazione critica, non propriamente positiva”, ma lo sguardo su tutta l’America latina lo amplierà anche da Villavicencio, in occasione dell’incontro per la riconciliazione con la natura nel Parque de los Fundadores, dove inizia l’Amazzonia che si estende in numerosi Paesi latino-americani. La Colombia “è un paese meraviglioso, con enormi diversità etniche ed è anche il paese con la più grande biodiversità del mondo” ha aggiunto sottolineando che anche i temi ambientali avranno spazio nel viaggio del Papa. “La Laudato si’ – ha concluso – sarà molto presente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia