Giornali Fisc: attacco all’“Avvenire di Calabria”. Don Gabrieli (Cosenza), “facciamo la nostra piccola parte per una Calabria nuova e libera”

foto SIR/Marco Calvarese

“Settimanali e periodici della delegazione Fisc calabrese esprimono vicinanza e solidarietà all’Avvenire di Calabria e al suo direttore, don Davide Imeneo, in questo momento nel quale gli strumenti di comunicazione al servizio del territorio subiscono intimidazioni per il loro impegno a dar voce a quanti si pongono come argine alle mafie e alla cultura mafiosa-‘ndranghetista”. A dirlo oggi è don Enzo Gabrieli, direttore di “Parola di Vita” (Cosenza-Bisignano), delegato Fisc Calabria e vicepresidente nazionale della Federazione cui fanno capo 191 testate diocesane, in un messaggio di solidarietà al settimanale di Reggio Calabria-Bova, dopo l’attacco subito nei giorni scorsi e di cui ha dato notizia il quotidiano “Avvenire”. Per don Gabrieli, il “vero argine non è solo la denuncia ma l’impegno di associazioni laiche e cattoliche, delle parrocchie e della Chiesa in genere, che punta sull’educazione, sulle nuove sfide culturali per formare le coscienze in questa terra ‘amara e meravigliosa’, come la descrivono i nostri vescovi nel documento contro la ‘ndrangheta. Come giornali del territorio – conclude – facciamo la nostra piccola parte per una Calabria nuova e libera”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo