Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Ambiente: cristiani europei uniti per la cura del Creato, un mese di iniziative. Il sostegno del Papa e della Cei

“Cattolici e protestanti uniti per celebrare il Tempo del Creato. Un periodo, che decorre dal 1° settembre al 4 ottobre, dedicato dai cristiani di tutto il mondo alla preghiera e all’azione per la cura della creazione”. L’iniziativa è sostenuta da Papa Francesco, dal Patriarca Ecumenico Bartolomeo e dal Consiglio mondiale delle Chiese, che rappresenta 500 milioni di cristiani nel mondo, dalla Comunione anglicana e da altre comunità cristiane. “Tempo del Creato” – appoggiato anche dalla Cei – prevede celebrazioni comuni di cattolici e protestanti i quali sottolineano un particolare significato all’iniziativa nell’anno in cui cade il 500esimo anniversario della Riforma. Vi saranno eventi in tutto il mondo come nelle Filippine, dove il cardinal Tagle celebrerà una messa per la Creazione, in Svizzera, dove si terrà un servizio eucaristico anglicano presso un corso d’acqua inquinato, e negli Stati Uniti, dove alcune religiose pregheranno nelle vicinanze di una zona radioattiva. La lista completa degli eventi è disponibile sul sito del Tempo del Creato http://it.seasonofcreation.org.
Sono inoltre previste “azioni simboliche” come, ad esempio, ad Assisi, il 1° settembre. Al santuario della Spogliazione, mons. Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, e mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio, insieme alla comunità locale ricorderanno il gesto del giovane Francesco, che si spogliò per donarsi interamente a Dio e ai fratelli, “spogliando” un cavallo dalla bardatura di guerra e dando inizio al pellegrinaggio a piedi da Assisi a Gubbio. Altre azioni simboliche si segnalano a Caserta il 23 settembre e a Taizé (Francia) il 24 settembre. Tale iniziativa sarà intitolata “Comunione per rispondere al grido dei poveri e della terra”, promossa dalla Conferenza delle Commissioni Giustizia e pace europee. Rappresentanti delle Commissioni Giustizia e pace delle conferenze episcopali europee, assieme a Ccee, Comece e Cec, prenderanno parte a una preghiera comune “per rinnovare il proprio impegno per la giustizia, la pace e la cura del Creato”.

© Riproduzione Riservata
Europa