Meeting Rimini: il tema del 2018 tratto dalle parole di don Giussani “Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice”. L’evento si terrà dal 19 al 25 agosto

(Rimini) – “Le forze che muovono la storia sono le stesse che rendono l’uomo felice”. Questo il tema scelto per la ventinovesima edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli che si terrà dal 19 al 25 agosto del 2018. Ad annunciarlo Emilia Guarnieri, presidente della fondazione Meeting, alla presenza del segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin, al termine del convegno di questa mattina su “Abbraccio della Chiesa all’uomo contemporaneo”. Il tema della prossima edizione prende spunto dalle parole di don Luigi Giussani, fondatore del movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione. Nella mattinata sono stai forniti anche i dati sul bilancio dei 7 giorni di Meeting con numeri piuttosto rilevanti. Il found raising raddoppia le cifre dello scorso anno con 100mila euro di raccolta, 10mila mp3 di audioguide all’interno delle mostre, 118 incontri con 327 relatori, 17 esposizioni, 14 spettacoli con 21mila spettatori, 31 manifestazioni sportive, 130mila i metri quadrati della fiera di cui 21mila dedicati alla ristorazione. E proprio il fronte ristorazione a rendere l’idea dell’aumento del numero dei visitatori, in quanto sono stati registrati ben 2mila scontrini in più rispetto all’edizione dello scorso anno. L’esercito dei volontari al servizio della manifestazione ha contato 2.259 persone più 400 nel pre-meeting dal 12 al 19 agosto. Notevole l’attenzione che i media hanno riservato al Meeting con 1478 articoli sulla carta stampata, 1447 sul web, 316 servizi tv, 154 servizi radio per un totale di 3.395 uscite totali sulla stampa. In aumento anche il numero delle interazioni social, 400mila, 1175 i nuovi utenti Facebook in questa settimana e 515mila utenti unici raggiunti. Lo spazio riservato alla diffusione degli eventi attraverso i social media ha consentito di vivere il Meeting anche attraverso Twitter con 250mila visualizzazioni, mentre ammonta a 166mila quelle dei video di Facebook. L’ufficio stampa ha anche comunicato i numeri delle principali entrate: servizi di comunicazione per le aziende (3 milioni e 500mila euro) e gli introiti dalla ristorazione (1 milione 135mila euro).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo