Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Avvenire: la prima pagina di domani 23 agosto. Ius Culturae, terremoto a Ischia e abusivismo edilizio, attentato di Barcellona

“Avvenire” sceglie come suo titolo principale il dibattito sullo Ius Culturae, anche alla luce del messaggio del Papa per la giornata del migrante e del rifugiato. Due interviste, a Mariastella Gelmini e Pierferdinando Casini, completano l’approfondimento sul tema. L’editoriale è di Gerolamo Fazzini, sulla prospettiva globale del messaggio di Francesco, che non può essere piegato solo alle lotte politiche interne. A centro pagina, una grande fotocronaca sul terremoto che ha colpito l’isola di Ischia. Sotto accusa l’abusivismo edilizio. Scrive Antonio Maria Mira nel suo severo commento: “Quelle crollate non erano case abusive ma ‘solo’ vecchie. Suona incredibile l’affermazione dei sei sindaci di Ischia in una nota congiunta di poche ore dopo il sisma delle 20.57 di lunedì. Troppe poche ore, per un documento come minimo inopportuno e intempestivo. Preoccupato più di salvare l’immagine dell’isola e della stagione turistica, che di tutelare la sicurezza e l’incolumità dei propri cittadini e dei turisti. Oltretutto mentre sotto le macerie si trovavano ancora due bambini. Macerie di una casa certo vecchia, ma ancor più certamente insicura, non antisismica. Non solo case, visto che a essere danneggiato è stato anche un albergo. E a chi toccava accertare la sicurezza? A chi toccava promuovere gli interventi antisismici?”, si chiede in conclusione Mira. Un altro titolo per l’incontro in Russia tra il segretario di Stato vaticano cardinale Parolin e il patriarca ortodosso Kirill. Spazio anche per la giornata al Meeting di Rimini, da dove alcuni sindaci hanno lanciato un patto per accrescere la natalità in Italia. Un richiamo infine per l’attentato di Barcellona, con la confessione di uno degli arrestati, secondo cui nel mirino c’era anche la Sagrada Familia.

© Riproduzione Riservata
Mondo