Meeting Rimini: i numeri della 38ª edizione al via domani

Sono 327 i relatori che interverranno ai 118 incontri previsti per la 38ª edizione del Meeting per l’amicizia fra i popoli, in programma dal 20 al 26 agosto, alla Fiera di Rimini, sul tema “Quello che tu erediti dai tuoi padri, riguadagnatelo, per possederlo”. A questi si aggiungono 17 esposizioni, 14 spettacoli e 31 manifestazioni sportive. Tre le proposte inserite nel nuovo format “Spazi”: si tratta di “Una presenza originale” con parte di un’esposizione realizzata per il Meeting di Lisbona, “Muri” a cura di Monica Maggioni e Paolo Magri e “What? Macchine che imparano”. Sono 2.259 le persone che, si legge in una nota, “durante la settimana del Meeting, impegneranno gratuitamente energie, competenze e anche ferie per consentire lo svolgimento della manifestazione e garantirle quel particolare clima che la caratterizza”. Provengono da ogni parte d’Italia e, un centinaio, anche da Russia, Ucraina, Bielorussia, Spagna, Brasile, Canada, Gran Bretagna, Indonesia, Lituania, Madagascar, Olanda, Paraguay, Perù, Polonia e da altri Paesi. All’allestimento degli spazi del 38° Meeting hanno lavorato in questa settimana altre 400 persone, in maggioranza universitari. “Il Meeting di Rimini – spiega il direttore Sandro Ricci – si è dimostrato in questi anni un’esperienza positivamente ‘contagiosa’, nel senso che, in diversi Paesi e continenti, sono nati spontaneamente e sono cresciuti d’importanza i Meeting nel mondo. Nella Hall centrale della Fiera allestiremo una parete con foto, video e informazioni relative a 13 di questi Meeting: dall’America Latina a New York, dal Messico alla Bielorussia, da Lisbona a Madrid, a Londra”. Un’area di 4.500 mq sarà riservata al “Villaggio ragazzi”, spazio dedicato ai bambini, dove ogni giorno, giochi, canti e balli, animazione, laboratori, incontri e spettacoli. I costi preventivati del Meeting 2017 sono di 5 milioni 490mila euro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa