Cile: il vicario apostolico di Aysén ricorda mons. Cazzaro, “portò il Concilio in questa terra lontana”

“Mons. Bernardo Cazzaro partecipò al Concilio Vaticano II e come tale l’allora giovanissimo vicario apostolico di Aysén portò in questa terra lontana del sud del Cile lo slancio e i frutti di quel grande evento di Chiesa”. Lo afferma, al Sir, mons. Luis Infanti della Mora, attuale vicario apostolico di Aysén, nel ricordare l’azione pastorale di mons. Cazzaro, vicario apostolico per 24 anni dal 1944 al 1988, morto domenica 13 agosto a Vicenza all’età di 92 anni. La messa funebre di mons. Cazzaro si tiene oggi nella basilica di Monte Berico, mentre il vescovo è stato ricordato con una messa di suffragio il 15 agosto nella cattedrale di Coyhaique.
“Si trattava di una messa già programmata per rendere grazie ai nostri religiosi e religiose – spiega il vicario apostolico – e, per singolare coincidenza, festeggiavamo gli 80 anni di presenza qui dei Servi di Maria, la congregazione alla quale apparteneva mons. Cazzaro. Prima della messa ho tenuto una conferenza per far conoscere questa figura di pastore”.
Mons. Infanti mette in evidenza alcune doti pastorali e alcune scelte prioritarie compiute da mons. Cazzaro: “Ha portato un grande slancio missionario, in questa che ancora oggi non è una diocesi, ma una terra di missione. Quando è arrivato i sacerdoti erano tutti stranieri, in gran parte italiani o spagnoli. Si è speso per far nascere una Chiesa locale, puntando soprattutto sull’educazione, creando soprattutto scuole per i poveri. Ha dato vita nel 1975 ad una giornata vicariale pastorale annuale, esperienza che prosegue ancora adesso, con l’obiettivo di creare comunione e di progettare insieme le scelte pastorali. Ha puntato sulla formazione dei consacrati locali, creando una sorta di pre-seminario che indirizzasse i giovani alla scelta di entrare poi in Seminario; due nostri sacerdoti vengono da quell’esperienza. Ha puntato sui diaconi permanenti. Ha molto creduto nei mass media e in particolare nella radio, strumento molto importante in un territorio vasto e senza vie di comunicazione. Ha organizzato una bella esperienza di catechesi familiare e gruppi missionari, coordinati da religiose, che andavano di paese in paese creando comunità cristiane di base”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa