Charlie Gard: sentenza del giudice, sarà “trasferito in hospice”. Nome e luogo restano segreti

(Foto: AFP/SIR)

“Sarà secondo la legge e nel migliore interesse di Charlie che continui a essere curato all’ospedale pediatrico Great Ormond Street di Londra (Gosh) per un periodo definito”, ma che resta segreto. Charlie sarà quindi “trasferito in hospice” il cui nome e luogo restano segreti. “La ventilazione artificiale sarà sospesa dopo un periodo” anche esso definito ma che resta segreto. Questo dice la sentenza pubblicata oggi sotto l’autorità del giudice Nicholas Francis della Royal Court of Justice, in cui si spiegano le “cinque possibili opzioni che sono state verificate” quanto ai prossimi giorni di Charlie: sospendere la ventilazione al Gosh, sospenderla in un hospice, poco dopo il trasferimento, oppure dopo un periodo di ventilazione; sospenderla a casa poco dopo il trasferimento, oppure ancora dopo alcuni giorni. La sentenza argomenta i motivi per cui su alcune delle cinque possibilità non si è raggiunto un accordo nonostante gli sforzi compiuti dall’ospedale e i genitori per identificare strutture e medici che potessero accompagnare le ultime ore di Charlie che in ogni caso sarà estubato. Resta sotto più totale segreto il dove e il quando.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa