Sahara occidentale: anche ergastoli al processo contro i sahrawi

(DIRE-SIR) – Condanne che vanno dai due anni di carcere all’ergastolo sono state comminate oggi a carico di 24 attivisti sahrawi accusati dell’uccisione di alcuni agenti di polizia marocchini durante scontri divampati nel 2010. La sentenza, di secondo grado, è stata emessa da un tribunale di Rabat. Fonti di stampa locali hanno riferito di proteste e tensione durante la lettura del verdetto. Nei giorni scorsi diverse ong avevano denunciato che le confessioni degli imputati erano state estorte con la tortura o comunque a seguito di violenze e abusi. Il processo è relativo agli scontri innescati dallo sgombero di un presidio di protesta, il “Campo della dignità” di Gdem Izik. Il Sahara occidentale, regione d’origine delle comunità sahrawi, è occupato dal Marocco dal 1975.

(www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo