Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Migranti stagionali: Forti (Caritas) al Foro Boario di Saluzzo, “c’è bisogno di risposte immediate”

“Chiediamo ai rappresentanti del governo di intervenire sulla situazione del Foro Boario a Saluzzo affiancando le istituzioni locali. C’è bisogno di risposte immediate”: questa la richiesta di Oliviero Forti, responsabile dell’area immigrazione di Caritas italiana, in questi giorni in visita a Saluzzo (Cuneo) al Foro Boario, l’area dove ogni anno vivono, in condizioni molto precarie, i migranti stagionali che arrivano per la raccolta di frutta.

Dal 17 al 19 luglio la Caritas italiana ha organizzato a Saluzzo un incontro tra i 18 punti del “Progetto Presidio” contro lo sfruttamento lavorativo in agricoltura presenti in Italia, che coinvolge 10 Caritas diocesane. Lo scopo è raccogliere spunti per migliorare i propri servizi.  “Siamo ancora in tempo per salvaguardare un equilibrio quasi instabile nella tendopoli di Saluzzo”, ha detto ieri Forti incontrando i sindaci del territorio e dichiarando la “totale disponibilità di Caritas italiana a collaborare con le istituzioni”. A Saluzzo è stato anche inaugurato il mini campo accoglienza del progetto della Caritas diocesana di Saluzzo e per circa 60 migranti lavoratori stagionali.

 

© Riproduzione Riservata
Italia