Europa: Zin (esperto), “base della costruzione della casa comune” è “la riconciliazione tra Francia e Germania”

“Alla base della costruzione della casa comune europea c’è un gesto di amicizia: la riconciliazione tra Francia e Germania”. Lo afferma Edoardo Zin, esperto di Europa ed europeista convinto, intervenendo alla seconda giornata di Acting EurHope, Summer School promossa a Roma dall’Istituto di diritto internazionale della pace “Giuseppe Toniolo” dell’Azione cattolica italiana in collaborazione con Caritas italiana, Focsiv e Missio (18 -22 luglio). Zin, che ha curato il volume di Robert Schuman “Per l’Europa”, ripercorre genesi e sviluppo di ciò che oggi è l’Ue, “dall’unione economica all’unione politica degli Stati come auspicava l’allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman”, a partire da quel 9 maggio 1950 che, spiega, “ne segna la nascita: per questo ogni anno il 9 maggio si tiene la festa dell’Europa”. Quel giorno si concluse una fase storica iniziata con la pace di Versailles e con la nascita degli Stati nazione, “e si concluse con la proposta di una federazione di Stati”. “Schuman che aveva portato avanti il suo progetto europeo – prosegue Zin – quel giorno convoca i giornalisti e dà loro un annuncio: la famosa Dichiarazione Schuman che segna la vera nascita dell’Europa”. Lo statista francese “si mette alla guida di un popolo per guidarlo verso la pace, lui che aveva vissuto tre guerre sulla sua carne”, comprendendo che per “rimuovere la prima causa di conflitto occorreva mettere in comune materie prime come il carbone e l’acciaio, poi superate dall’energia atomica”. “Ed ora, se vogliamo che l’Europa proceda – avverte Zin-, dobbiamo assolutamente recuperarne i valori fondanti. Non è facile mettere insieme culture, tradizioni, valori, sistemi scolastici diversi ma la diversità è ricchezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo