Quotidiano

Quotidiano - Italiano

This content is available in English

Comece: su “Europeinfos” il no all’Europa a due velocità e una riflessione sulla tassa sulle transazioni finanziarie

“Dalla differenza nasce la rivalità e la dissoluzione”: “squilibri cristallizzati all’interno o tra le regioni rompono qualsiasi equilibrio possibile tra velocità diverse”. La riflessione di Friedhelm Hengsbach, professore emerito di etica sociale cristiana, è riferita all’idea dell’“Europa a due velocità” ed è contenuta in un articolo pubblicato sul numero estivo appena uscito di Europeinfos, il mensile della Commissione degli episcopati ella comunità europea (Comece). Hengsbach respinge la bontà dell’idea più volte paventata da alcuni leader europei, perché creerebbe “un disequilibrio strutturale tra supremazia e dipendenza” con conseguenti “tensioni e conflitti”. Il mensile della Comece ospita poi un contributo sulla “tassa sulle transazioni finanziarie”, facendo il punto della situazione; un altro approfondimento è dedicato al tema della “robotica e dell’intelligenza artificiale” in relazione alla possibilità di attribuire a queste macchine la “personalità giuridica”. Ancora su Europeinfos un’analisi e una valutazione positiva della recente conferenza Onu sugli oceani (5-9 giugno 2017). Infine, un approfondimento sugli effetti che l’accordo politico Ue-Turchia per le migrazioni ha prodotto sugli arrivi in Grecia, che in un anno sono crollati del 98%.

© Riproduzione Riservata
Europa