Avvenire: la prima pagina di domani 6 giugno. Terrorismo, incidenti a Torino, riforma elettorale, messaggio Giornata mondiale missionaria, don Milani

“Avvenire” dedica il suo titolo principale di prima pagina alle vicende del terrorismo, sia sul campo dopo l’attacco a Londra, sia a livello politico, con la decisione senza precedenti di alcuni Paesi arabi di “isolare” il Qatar, ritenuto colpevole di complicità con le forze del terrore. L’editoriale è affidato a Riccardo Redaelli, studioso di questioni mediorientali e docente all’Università Cattolica di Milano. “La posta in gioco, in verità, ha nulla o poco a che fare con il terrorismo – scrive Redaelli -. Molto invece con le ossessioni di Arabia Saudita e compagni, a cui si è aggiunta l’Amministrazione Trump, che sembra aver sposato acriticamente la visione saudita (e israeliana) del Medio Oriente. Due soli i pilastri di questa politica: isolare e demonizzare l’Iran sciita e persiano, e demonizzare l’islam politico dei Fratelli Musulmani. A cui possiamo aggiungere l’odio verso ogni forma di non (troppo) addomesticata informazione, che fa del canale televisivo qatarino di al-Jazeera un nemico da combattere”. Sulla gestione della paura quotidiana anche un commento del sociologo Mauro Magatti. A centro pagina, una grande fotocronaca per l’inchiesta sui fatti di piazza San Carlo a Torino: al momento, nessuna ipotesi sui motivi che hanno scatenato il panico e la ressa con oltre 1.500 feriti. Un titolo per la riforma elettorale, che dopo la commissione andrà in aula per la prima approvazione. Tra i temi di “Avvenire”, il messaggio per la Giornata mondiale missionaria e la commemorazione di don Milani al ministero dell’Istruzione. Richiami poi per “Popotus”, l’inserto dedicato ai bambini, con le notizie scritte appositamente a loro misura; e per “Luoghi dell’Infinito”, il mensile di arte e spiritualità, in edicola fino alla fine di giugno in abbinamento con il quotidiano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa