Austria: nazionale di calcio dei preti gioca per le vittime del terremoto in Centro Italia

La nazionale di calcio sacerdotale austriaca si sta allenando in vista di una amichevole con la squadra nazionale dei sacerdoti italiani, che si terrà il prossimo 18 giugno a Brescia. La partita è inserita nel quadro della preparazione dei calciatori austriaci per il campionato europeo per squadre nazionali sacerdotali, che si terrà sempre a Brescia nel 2018. Il ricavato della partita sarà devoluto in favore delle vittime del terremoto in Centro Italia dell’anno scorso. La squadra austriaca ha rinnovato il parco giocatori dopo l’ottavo posto dei campionati europei in Croazia del 2014. Lo storico capitano della nazionale austriaca, padre Johann Wurzer, ha sottolinato, in una conferenza stampa di ieri mattina, nella quale ha presentato l’evento di Brescia, che spera “in una folta presenza di tifosi”. Oggi il team austriaco gioca una amichevole “di lusso” contro i preti ungheresi, a Szeged, “una sfida storica “di calcio reale, un vero classico”. La storia delle squadre sacerdotali austriache è antica: dopo l’annessione dell’Austria da parte della Germania nazista, molti preti austriaci seguirono l’esempio di Matthias Sindelar, capitano della nazionale di calcio, il mitico Wunderteam, e si rifiutarono di giocare nelle squadre miste sotto la bandiera del III Reich. Ancora oggi i preti calciatori in Austria hanno un seguito notevole e le loro partite sono veicolo di attività solidali e caritatevoli. La squadra ha anche scelto uno speciale grido prima di ogni partita: un potente triplo “Halleluja”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa