Attacco a Londra: card. Bagnasco, “il Signore Gesù doni la sua pace e susciti propositi di pace”

“Il Signore benedice la Chiesa con tre ordinazioni al diaconato in vista del sacerdozio: due del nostro seminario e un religioso. La gioia di questo giorno però è velata dal nuovo attacco terroristico a Londra, con vittime innocenti, ma anche dal grave episodio di panico a Torino che ha causato una folla di feriti. Per tutti preghiamo perché il Signore Gesù doni la sua pace e susciti propositi di pace”. Ad affermarlo il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente del Ccee, all’inizio dell’omelia pronunciata ieri pomeriggio, nella cattedrale di San Lorenzo, durante la Messa di Pentecoste nella quale sono stati ordinati tre diaconi. “I numeri delle ordinazioni sono piccoli rispetto al bisogno – ha detto il cardinale – ma la provvidenza vuol far crescere la nostra fede, l’implorazione di vocazioni nuove, la nostra capacità di camminare insieme”. Per questo, ha aggiunto, “dobbiamo ringraziare Dio che non abbandona mai la sua barca, mette alla prova il nostro cuore perché si rafforzi e cresca”. Infatti, nella nostra società, “stiamo dimenticando che le prove sono un dono per crescere, non una sventura da subire. Sembra invece che tutto debba essere facile e dovuto, sia sul piano educativo che su quello religioso. Ma la vita non fa sconti a nessuno”. “L’amore – ha aggiunto – è una cosa straordinaria che nessuno può fare a meno di desiderare ma è anche impegnativa e dura” e se “le scelte senza ritorno il mondo di oggi le teme, ne resta anche affascinato, e a volte segretamente invidioso anche se esternamente le giudica insensate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa