Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Dire: i titoli e il tg politico

(DIRE-SIR) – Ecco titoli e il tg politico realizzato dall’agenzia DIRE (anche su www.dire.it e www.agensir.it).

Comunali, parla Renzi: le polemiche fanno perdere

Le continue esasperanti polemiche nel centrosinistra fanno vincere gli avversari. Matteo Renzi replica alle critiche dopo la sconfitta del Pd ai ballottaggi. Il segretario del Pd invita a concentrarsi sui contenuti, a parlare con la gente, e annuncia per venerdì e sabato a Milano una riflessione su un modello di partito pensante. Non si devono cambiare le idee in base ai sondaggi, spiega a proposito dello ius soli. Quanto alle alleanze, non è la coalizione che segna la vittoria. Ma il candidato, il leader, il rapporto con il territorio.

Terremoto, Gentiloni: rispondere a problemi immediati

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni riunisce a Palazzo Chigi i presidenti di regione per una fotografia il più possibile realistica della ricostruzione. Presenti il commissario Vasco Errani e il capo della protezione civile Fabrizio Curcio, Gentiloni richiama il lavoro enorme che è stato fatto, ma raccomanda risposte immediate, urgenti e risolutive sui problemi di queste settimane. Il riferimento è alla rimozione delle macerie e alla costruzione delle casette. Errani e Curcio concordano sull’esigenza di accelerare. La presidente dell’Umbria Catia Marini assicura che entro settembre tutti i cittadini saranno nelle casette. Nelle Marche raddoppiato il lavoro di rimozione delle macerie.

Cresce l’occupazione, al via rinnovo del pubblico impiego

Nel primo trimestre 2017 prosegue l’aumento dell’occupazione. Ministero del Lavoro, Istat, Inail e Inps, nella nota trimestrale, sottolineano che le dinamiche del mercato del lavoro si sono sviluppate in un contesto di crescita del prodotto interno lordo. Il tasso di occupazione è del 57,6%, in crescita di due decimi di punto rispetto al trimestre precedente. Intanto oggi all’Aran, dopo 10 anni, l’avvio della trattativa per il rinnovo del contratto del pubblico impiego. La ministra Marianna Madia punta a chiudere le trattative entro i primi giorni di ottobre.

11 mln a Fabio Fazio, Maggioni: senza di lui impatto su Rai

La Rai è stata quasi costretta a contrattualizzare Fabio Fazio per 11 milioni di euro in 4 anni. Altrimenti il conduttore sarebbe andato a La7, provocando un danno all’azienda pubblica. Lo ha detto il consigliere Rai Arturo Diaconale. La presidente Monica Maggioni davanti alla Commissione di Vigilanza Rai spiega di essere “certa che la perdita di Fazio avrebbe portato uno scossone ai nostri ascolti, con effetti seri e sistemici che non ci siamo sentiti di affrontare avendo 13mila dipendenti”. Maggioni sottolinea che Fazio fa parte della storia della televisione di Stato. Vedere transitare quel volto su un’altra emittente avrebbe comportato uno scossone.

Il ricordo di De Sanctis, intellettuale e uomo d’azione

Non solo un intellettuale, ma un uomo d’azione, capace di coniugare prassi e teoria nella prima fase del Regno d’Italia. A Palazzo Chigi il ricordo di Francesco de Sanctis, scrittore e politico, ministro della pubblica istruzione, a 200 anni dalla nascita. Con la sottosegretaria Maria Elena Boschi, il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, le ministre Fedeli e Finocchiaro. Boschi ne ha ricordato l’amore per il Sud e l’impegno a fare dell’istruzione lo strumento con il quale avvicinare il popolo allo Stato. “Sarò contento soltanto quando anche l’ultimo dei cittadini italiani sarà in grado di leggere e di scrivere”, una delle frasi celebri di De Sanctis.

© Riproduzione Riservata
Italia