Papa Francesco: p. Fares (“La Civiltà Cattolica”), “l’unione tra cattolici e pentecostali si farà camminando insieme”

Foto Siciliani-Gennari/SIR

Per Papa Francesco, “l’unione tra cattolici e pentecostali si farà camminando insieme”. Lo afferma padre Diego Fares in un intervento pubblicato sull’ultimo numero de “La Civiltà Cattolica”. Per il gesuita, “non si tratta una formula qualsiasi”. “Il Papa – spiega Fares – la esprime dopo che lui stesso è andato a visitare la comunità di Caserta e la casa del pastore Traettino e di sua moglie Franca”. “Sono stati incontri ‘in cammino’, nel senso che non c’è stato nessun protocollo, e il dialogo è proceduto man mano che la giornata andava avanti, in modo familiare”. Secondo Fares, per il Papa “è altrettanto importante evitare l’altra tentazione, quella di ‘girare attorno’”. “Il discernimento di Francesco – osserva – è chiaro: divisione e discussioni contraddistinguono una Chiesa che è statica o che gira attorno a se stessa. E questo vale sia per le grandi divisioni, come sono stati tutti i grandi scismi, sia per le divisioni interne a tutti i livelli”. Per il gesuita, “un altro tema su cui il Papa insiste è l’importanza della diversità”. Richiamando l’“unità del poliedro che lo Spirito costruisce”, Fares sottolinea “come Francesco abbia enunciato chiaramente che il problema non è il pluralismo, ma l’uniformità della sfera, del pensiero unico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa