Papa Francesco: al nuovo Patriarca greco-melkita, “in tempi difficili per il Medio Oriente, i pastori chiamati a comunione e prossimità”

“In questo tempo particolarmente difficile i pastori sono chiamati a manifestare comunione, unità, prossimità, solidarietà e trasparenza davanti al popolo di Dio che soffre”. Lo scrive Papa Francesco a Sua Beatitudine Youssef Absi, eletto patriarca di Antiochia dei greco-melkiti, in un messaggio in cui concede la “Ecclesiastica Communio” a norme del Codice dei canoni delle Chiese orientali. “L’elezione di Vostra Beatitudine – scrive il Papa – avviene in una situazione delicata per la vostra venerabile Chiesa greco-melkita e in un momento in cui molte comunità cristiane del Medio Oriente sono chiamate a testimoniare in maniera speciale la loro fede in Cristo morto e resuscitato”. Papa Francesco si dice poi certo che il nuovo Patriarca saprà “in fraterna armonia con tutti i Padri del Sinodo” e “con saggezza evangelica” essere “al servizio dei fedeli della Chiesa greco-melkita” e “testimone fedele e autentico del Risorto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa