Liturgia: don Magnani (Cei), “senza famiglie e comunità ci sarebbe l’inutilità della nostra azione”

(Salerno) – “La nostra azione dev’essere sempre più sinergica e convergente. Come catechisti e liturgisti veniamo da lunghi anni di condivisione nel campo dell’iniziazione cristiana. Dobbiamo continuare in questa prospettiva coinvolgendo sempre più famiglie e comunità, altrimenti l’alternativa è l’inutilità della nostra azione iniziatica”. Lo ha affermato questa mattina don Franco Magnani, direttore dell’Ufficio liturgico nazionale (Uln), nella relazione conclusiva del Convegno nazionale dei direttori degli Uffici catechistici e liturgici diocesani che si è svolto a Salerno. Don Magnani ha utilizzato la “metafora dell’ecosistema” per parlare dell’iniziazione cristiana, un “ecosistema – di cui l’iniziazione cristiana fa parte – complesso e delicato che coinvolge famiglie, comunità cristiane, bambini, ragazzi”. “Spesso – ha osservato – avvertiamo che manca l’acqua vitale per la crescita; un altro problema è quello dell’inquinamento di elementi esterni che condizionano lo sviluppo; e poi c’è il disboscamento”. “I germogli dell’iniziazione cristiana sono esposti ad agenti aggressivi e seppur fioriscono non sempre sembrano portare frutti”, ha proseguito don Magnani, rilevando come “catechesi e liturgia sono azioni sinergiche e positive che dovrebbero influire su questo ecosistema”. Rilevando come “tra i catecheti va crescendo la consapevolezza delle potenzialità antropologiche, spirituali e catechistiche del rito e, più in generale, simbolica”, il direttore dell’Uln ha ribadito come “sul versante catechistico e liturgico sia promettente l’approccio mistagogico, che può fornire un fecondo ambito di convergenza e diventare una risorsa comune che aiuta a superare il prima e il dopo, non separando catechesi e liturgia”. Don Magnani ha concluso osservando che le “intuizioni del Convegno di Verona circa la pastorale unitaria centrata sulla persona coinvolgono fino in fondo tutti noi” e come le “cinque vie prospettate a Firenze siano piste per vivere il nostro impegno al servizio della Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa