Evangelizzazione: mons. Moretti (Salerno), “rimetterci in sintonia con le persone perché comprendano”

(Salerno) – “Siamo chiamati a rimetterci in sintonia con le persone perché comprendano. Il magistero di Papa Francesco ci ha dimostrato che non è vero che la gente è disinteressata al momento religioso”. Lo ha affermato questa mattina monsignor Luigi Moretti, arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno, portando il suo saluto al Convegno nazionale dei direttori degli Uffici catechistici e liturgici diocesani che si chiude oggi a Salerno. “Il vostro ruolo – ha spiegato – è quello di aiutare le nostre Chiese a mettersi dentro il cammino di conversione pastorale a cui ci ha invitato Papa Francesco” perché “voi create i presupposti perché bambini, ragazzi, adolescenti e tutte le persone possano scoprire questo modo ‘nuovo’ di essere Chiesa”. Cioè – ha spiegato l’arcivescovo – “non più una Chiesa che è davanti al mondo ma una Chiesa che cammina sulle vie del mondo condividendo la vita, le gioie e le sofferenze dell’umanità per essere lì annunciatori della gioia del Vangelo”. Moretti si è augurato che “la Chiesa italiana possa essere veramente coraggiosa nel percorrere questa strada” superando la logica del “s’è sempre fatto così”. “C’è un mondo intero che di fronte al modo di essere, di fare e di comunicare di Papa Francesco ha riacceso le antenne. Questo ci deve dare fiducia”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa