Consiglio europeo: Tajani, “Macron interlocutore importante” per l’Ue. Brexit? “È Londra che ha chiesto di andarsene dall’Unione…”

(Bruxelles) Nel suo intervento al Consiglio europeo, il presidente dell’Euroassemblea Antonio Tajani ha affrontato, oltre le migrazioni, altri nodi all’ordine del giorno quali la sicurezza e la lotta al terrorismo, la difesa, gli Accordi di Parigi sul cambiamento climatico, la competitività e la politica industriale. Sollecitato dai giornalisti, del neo presidente francese Emmanuel Macron ha detto: “È apparso subito a suo agio al Consiglio europeo, è una persona intelligente e un interlocutore importante per l’Ue”; “lo abbiamo invitato al Parlamento di Strasburgo, dove dovrebbe venire dopo l’estate”. E del divorzio da Londra? “La decisione di recedere dall’Ue viene da Londra. Non è l’Ue che se ne va, ma il Regno Unito. Sarebbe una buona cosa” se il governo britannico “decidesse di rinunciare a impugnare l’articolo 50 del Trattato”, “ma poi occorrerebbe sentire il parere degli altri 27 Stati aderenti”. “Comunque nei negoziati l’Unione europea ha una priorità: difendere gli interessi dei propri cittadini”, compresi gli oltre 3 milioni che vivono sull’isola. “Rimango fiducioso che potremo chiudere i negoziati entro i primi mesi del 2017”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa