Confraternite: Chieti, nel fine settimana il XXIV cammino nazionale di fraternità

Sarà “Società e famiglia – il ruolo e il contributo formativo delle confraternite” il tema del XXIV cammino nazionale di fraternità delle Confraternite d’Italia che si svolgerà a Chieti sabato 24 e domenica 25 giugno 2017. Sarà un’iniziativa – si legge in una nota – che “vedrà coinvolte migliaia di persone provenienti da tutte le regioni d’Italia con i loro rappresentanti, gli abiti tradizionali, le insegne e gli stendardi delle Confraternite di appartenenza”. Per monsignor Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, “in questa società fluida, le Confraternite sono la realtà laica più consistente e aggregante”. Si tratta di “una realtà associativa, una grande famiglia composta da migliaia di persone che va sempre più valorizzata e controllata poiché le contaminazioni e le confusioni possono essere più notevoli del passato”, aggiunge Forte, rilevando che “appare necessario il ruolo della formazione e della corretta informazione che la Confederazione può dare con il suo notevole contributo sociale e colturale non disgiunto dal carattere ecclesiale, principio fondante”. Nel corso delle giornate sono in programma gli interventi del vescovo di Tivoli, mons. Mauro Parmeggiani, recentemente confermato assistente ecclesiastico nazionale della Confederazione, di Michele Cascavilla, ordinario di filosofia del diritto, di Francesco Antonetti, presidente della Confederazione delle Confraternite delle diocesi d’Italia, moderati da Giulio Obletter, già governatore dell’arciconfraternita Sacro Monte dei Morti. Alle 10.30 di domenica 25, mons. Forte presiederà la celebrazione eucaristica al termine della quale partirà il Cammino di fraternità per le vie cittadine fino alla piazza san Giustino.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa