Plenaria Roaco: card. Sandri (presidente), “l’aiuto alle Chiese orientali” è “seguire le orme di Cristo”

“Compiere la carità, progettare la solidarietà tra le Chiese non è soltanto un atto di giustizia sociale, ma è seguire le orme di Cristo, imparando a dividere il mantello che dona una vita dignitosa e consente a chi è nel bisogno di affrontare l’esistenza”. Lo ha detto il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali e presidente della Roaco, nell’omelia pronunciata durante la Messa che ha presieduto questa mattina nella chiesa di Santa Maria in Traspontina, a Roma. La celebrazione eucaristica ha aperto la novantesima sessione plenaria della Riunione delle opere di aiuto per le Chiese orientali (Roaco). “Il gesto di solidarietà manifesta in modo concreto la profondità dell’esigenza della comunione: siamo diversi, a volte discutiamo su come custodire il Vangelo rispettando le diverse tradizioni, ma componiamo insieme l’unica Chiesa di Cristo”, ha detto Sandri, che ha citato la seconda lettura di oggi che racconta della colletta della Comunità di Corinto per quella di Gerusalemme. “Se ci pensiamo bene, l’assistenza e l’aiuto alle Chiese orientali cattoliche, da parte di tutti noi che nella quasi totalità apparteniamo alla Chiesa latina, continua nel presente quanto Paolo ha chiesto ai suoi: lavorare per la comunione, per rendere presente la bellezza dell’unica sposa di Cristo”. Infine, Sandri ha ricordato l’importanza della carità anche nei Paesi di emigrazione per “fare in modo che le comunità latine siano aiutate nella loro ammirevole opera”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori