Giornata mondiale rifugiato: don D’Andrea (Salesiani per il sociale), “in Italia manca la cultura della migrazione”

“In Italia manca la cultura della migrazione”. Ad esserne certo è don Giovanni D’Andrea, presidente della Federazione Salesiani per il sociale, a margine della conferenza stampa organizzata dal Cnos Centro nazionale opere salesiana in occasione della Giornata del rifugiato che si celebra oggi. “Nel dialogo con l’altro – ha aggiunto – metto in campo l’ascolto, rivedo la mia identità e la rafforzo”. Riguardo al dibattito in corso sulla cittadinanza da concedere ai figli di immigrati nati nel nostro Paese, don D’Andrea è ancora una volta sicuro: “È necessario costruire assieme una società multietnica e multireligiosa che ha secondo me più aspetti positivi che negativi. L’Italia è stata fatta da diverse migrazioni, non dimentichiamolo. È necessario poi riconoscere lo status di cittadino a chi compie un percorso regolare. Neghiamo la cittadinanza ai figli di genitori stranieri ma che in Italia lavorano e pagano le tasse”. La Federazione Salesiani per il sociale gestisce su tutto il territorio nazionale 31 case famiglia, suddivise in strutture di prima e seconda accoglienza di minori italiani e stranieri. “In quelle di prima accoglienza – ha spiegato don Giovanni D’Andrea – diamo ospitalità a rifugiati sbarcati nei porti. Per legge dovrebbero rimanere 90 giorni ma restano mesi. Nella seconda accoglienza i 200 ragazzi compiono un percorso di accompagnamento verso l’inclusione nella società. La maggior parte non vuole rimanere in Italia ma dirigersi nel Nord Europa”. Nella conferenza di oggi, il Centro dei Salesiani ha presentato alcune storie di ragazzi che hanno trovato un riscatto grazie ai percorsi attivati nelle strutture sia sul piano della formazione professionale sia di inclusione nella società tramite istruzione e conoscenza della lingua. “Non è un caso – ha concluso don D’Andrea – che il titolo della conferenza sia ‘Ero forestiero…’ ricalchi il versetto del Vangelo di Matteo ‘Ero forestiero e mi avete accolto'”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori