Diocesi: Perugia, oltre mille persone nel 2016 si sono rivolte ai Centri d’ascolto Caritas

Oltre mille persone si sono rivolte nel 2016 al Centro d’ascolto della Caritas della diocesi di Perugia-Città della Pieve, 236 in più rispetto all’anno precedente. Cresce il numero degli italiani, in particolare, tra gli over 65 anni, e quello degli stranieri, soprattutto, tra gli under 24. Un dato che emerge dal secondo rapporto sulle povertà dal titolo “Oltre i numeri, 1000 volti incontrati. La presenza della Chiesa accanto ai poveri”, curato dall’Osservatorio della Caritas diocesana e presentato oggi a Perugia. Disoccupati e pensionati chiedono aiuto più spesso. Il loro titolo di studio spesso non supera la licenza media. Tra i principali bisogni espressi, oltre a quelli relativi al lavoro, richieste di aiuto per difficoltà economiche o trovare e mantenere casa. “La Caritas cerca di mettere in campo interventi che non sono soltanto erogazione di sussidi economici – spiega il direttore della Caritas diocesana, il diacono Giancarlo Pecetti -, ma anche consulenze professionali, mediche ed erogazione di beni e servizi, attraverso gli empori sostenuti dalla Fondazione Cassa di Risparmio. Non possiamo limitarci alla assistenza, alla cura, alla vicinanza degli ultimi, c’è urgenza di una attenzione autentica anche da parte della politica ai problemi della povertà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori