Quotidiano

Quotidiano - Italiano

+++ Repubblica Centrafricana: Comunità Sant’Egidio, firmato a Roma accordo politico per la pace +++

È stato firmato oggi pomeriggio a Roma, nella sede della Comunità di Sant’Egidio, un accordo politico per la pace nella Repubblica Centrafricana. Una serie di impegni sul piano politico, della sicurezza ed economico, umanitario e sociale sottoscritti dal ministro degli Esteri, Charles Armel Doubane, in rappresentanza del governo, e i delegati di 13 gruppi coinvolti nel conflitto (il quattordicesimo non è potuto venire a Roma per problemi logistici) dopo tre giorni e tre notti di lavoro e un processo di mediazione iniziato nel novembre 2016. Tra i punti principali che impegnano le parti: un immediato cessate il fuoco su tutto il territorio nazionale, il rispetto delle autorità elette nelle elezioni del 2016 e la partecipazione di tutti i gruppi alla vita politica del Paese, l’inserimento dei vari gruppi nelle forze di difesa nazionale, la riapertura della libera circolazione di beni e persone e delle Ong nazionali e internazionali per gli aiuti umanitari, il rientro dei rifugiati e sfollati. “Sono tutti passi da compiere ma oggi c’è stato un largo consenso. Oggi è un momento storico e di grande speranza per la Repubblica Centrafricana”, ha detto il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, che la scorsa settimana ha parlato del processo di pace in corso al Consiglio di sicurezza dell’Onu. Il Paese sarà infatti messo in sicurezza dalle forze dell’Operazione Onu Minusca e dalle forze nazionali, con una richiesta d’aiuto all’Unione africana e alla Comunità di Sant’Egidio perché continui a sostenere il processo di attuazione degli impegni. “Dopo un lungo periodo di notte è arrivato il giorno – ha affermato il ministro degli Esteri, Doubane -. La diversità è una ricchezza, siamo determinati a costruire insieme”.
Alla mediazione hanno partecipato anche il rappresentante dell’arcivescovo di Bangui Dieudonné Nzapalainga, il rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite in Repubblica Centrafricana Parfait Onanga-Anyanga, rappresentanti dell’Unione europea, della comunità internazionale e del governo italiano.

© Riproduzione Riservata
Mondo