Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Pax Christi: don Renato Sacco confermato coordinatore per i prossimi 4 anni. Giuliana Mastropasqua nuova vicepresidente

Don Renato Sacco sarà il coordinatore nazionale di Pax Christi Italia anche per il prossimo quadriennio. La conferma dell’incarico è avvenuta nel corso dell’incontro del nuovo consiglio nazionale dell’associazione, presieduto da mons. Giovanni Ricchiuti, svoltosi nel fine settimana a Gravina di Puglia. Nella stessa occasione Giuliana Mastropasqua e Luciano Ghirardello sono stati nominati rispettivamente vicepresidente e tesoriere. Il consiglio nazionale si è riunito – si legge in una nota – “in un momento denso di eventi: la visita del Papa a Barbiana e Bozzolo, la discussione in parlamento della legge sullo ‘ius soli’, la discussione all’Onu sul bando totale delle armi nucleari, l’evoluzione della difesa italiana in un complesso militare/industriale in cui la produzione e vendita di armi hanno un posto centrale”. “Come don Milani è stato dalla parte degli ultimi – prosegue la nota del consiglio nazionale – così esprimiamo oggi la necessità di percorrere strade di inclusione, integrazione e cittadinanza attiva, attraverso il riconoscimento dello ‘ius soli’”. Inoltre, “il ripudio della guerra di don Primo Mazzolari, oggi ci esorta a chiedere al governo italiano di rispettare la legge 185/90 bloccando l’invio di armi italiane in Arabia Saudita e di mettere al bando le armi nucleari, partecipando alla seconda sessione di negoziati in corso alle Nazioni Unite dal 15 giugno al 7 luglio” dove “anche Pax Christi International, insieme ad altri rappresentanti della società civile, è presente per cancellare dalla storia queste terribili ed inaccettabili armi”. Per “fare memoria di don Lorenzo Milani a 50 anni dalla sua morte” è in programma per domenica 17 settembre la celebrazione eucaristica a Barbiana.

© Riproduzione Riservata
Chiesa