Attentato a Bogotá: Morsolin (attivista diritti umani), “gesto gravissimo, rendiamo omaggio alla giovane Julie”

“Si tratta di un attentato gravissimo. Questi sono i nemici della pace che vogliono imporre il terrore. Faccio notare che fin da subito il presidente Santos ha escluso che gli autori siano le Farc o l’Eln”. Lo dice da Bogotá Cristiano Morsolin, cooperatore, attivista sociale e ricercatore. “Voglio ricordare l’impegno per la pace di Julie. Aveva soli 23 anni, aveva trascorso un periodo di sei mesi nella capitale come volontaria. Il Comparte, dove operava, è un centro comunitario che ha l’obiettivo di sviluppare e promuovere progetti di partecipazione con forte impatto sociale – spiega – rivolti alla popolazione costretta ad abbandonare la propria abitazione per la violenza, e agli ex guerriglieri desmovilizados. Il centro si trova nel quartiere Santa Rosa de San Cristóbal, nella zona meridionale della città”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori