This content is available in English

Lussemburgo: commemorazione per tutte le vittime del terrorismo. Discorsi, silenzio e letture da Bibbia e Corano

Una commemorazione per tutte le persone uccise negli attentati terroristici dell’ultimo mese si svolgerà in Lussemburgo domani, venerdì 16 giugno. A organizzare l’iniziativa sono la comunità afghana del Lussemburgo, l’Associazione di sostegno ai lavoratori immigrati (Asti), Opent Haus, Passerell e “Tendi la mano” (Reech eng Hand), il progetto di accoglienza dei rifugiati dell’arcidiocesi. Presso il Kanounenhiwwel, monumento di solidarietà nazionale, “in silenzio, i partecipanti deporranno candele; saranno poi invitati alla riflessione e alla preghiera con la lettura di articoli della Dichiarazione universale dei diritti umani e di versetti del Corano e della Bibbia”, si legge nell’invito diffuso dal servizio informazioni dell’arcidiocesi. Seguiranno alcuni interventi in lingua araba, persiana e francese per “denunciare il ricorso alla violenza e sottolineare l’impegno al rispetto reciproco e alla convivenza pacifica”. Il comunicato dal Lussemburgo elenca nello specifico gli attentati che saranno ricordati, a partire da quello del 15 maggio a Rukban (Siria) con 10 morti e 20 feriti; Manchester il 22 maggio con i suoi 22 morti e 119 feriti; poi le 26 vittime e i 22 feriti dell’attacco al bus di cristiani copti in Egitto il 26 maggio; l’attentato di Bagdad il 30 maggio con 31 morti e 69 feriti; Kabul, il giorno successivo con 174 morti e 350 feriti e poi ancora Londra, il 3 giugno e i suoi 8 morti e 48 feriti e infine Teheran, il 7 giugno scorso che è costato la vita a 17 persone e ha lasciato 46 feriti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa