This content is available in English

Germania: Friburgo, taxi per Gesù. Un modo diverso di testimoniare il Vangelo. Dieckmann, “vitamine per l’anima”

“Voglio aiutare Gesù, mentre io sono sulla Terra”: è il motto che sintetizza l’esperienza di Christian Dieckmann, tassista di Friburgo. Nelle sue parole c’è la scelta di evangelizzazione con il suo lavoro, e il suo taxi è una testimonianza di fede, con la radio che trasmette musica sacra, due miniature di Gesù e Maria sul cruscotto, e una croce di san Benedetto nella consolle. Oltre a svolgere regolarmente il suo lavoro di servizio pubblico nella città, sul suo sito web propone ai propri passeggeri tour sulle vie del sacro di Friburgo, ma anche veri pellegrinaggi verso monasteri o santuari, come St. Ottilien ed Altoetting in Germania e in altri “luoghi di grazia in Europa”, come dice lui stesso. “Il taxi come un luogo anonimo è stato cambiato per favorire conversazioni profonde – dice Dieckmann –; qui si può parlare di tutto”. Nella sua riflessione il tassista racconta che molti dei suoi passeggeri hanno problemi: “la gente ha paura, ma molti sono alla ricerca di risposte”. Lui non fa proselitismo, ma lungo i suoi tour per le strade di Friburgo c’è sempre una sosta presso una cappella antica: “Ci trovo pace e significati. Come le vitamine per l’anima”. Raramente ha problemi coi passeggeri: “i musulmani sono contenti di trovare qualcuno che è credente, e io sono sempre stupito di questa cosa in Germania”. Ma se qualcuno, come è capitato, vuol litigare, Dieckmann è molto pragmatico: “Non importa, arriverà un altro passeggero”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa