Diocesi: mons. Castoro (Manfredonia) ai turisti, “riposo come tempo per mettere un po’ di ordine nell’animo”

“Vi invito a utilizzare i giorni di riposo che trascorrerete tra noi come tempo favorevole per mettere un po’ di ordine nell’animo, contemplando le bellezze della natura, scoprendo quell’atmosfera che parla di Dio e ascoltando la sua Parola di verità”. Così l’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo, monsignor Michele Castoro, si rivolge a quanti trascorreranno le vacanze in terra garganica in un messaggio di saluto e benvenuto. “Vi auguro di trascorrere giorni di serenità e riposo, fisico e mentale, in questo nostro incantevole promontorio del Gargano, proteso nell’Adriatico, ricco di spiagge, boschi, laghi, isole, ma anche di tante pregevoli e autentiche testimonianze di fede e arte”, osserva l’arcivescovo, ricordando che “tra esse i suggestivi e importanti luoghi della pietà cristiana, il santuario dell’arcangelo Michele e quello di s. Pio da Pietrelcina”. “La nostra Chiesa si vuol far conoscere da voi soprattutto in quella sua meravigliosa esperienza di fede e carità”, prosegue mons. Castoro, ricordando che “abbiamo voluto accogliere diverse famiglie provenienti dai martoriati Paesi del Medio Oriente per imparare meglio ad incontrare l’altro, riconoscendolo e rispettandolo come interlocutore e come fratello, perché figlio del comune Padre che è nei cieli”. “C’è una parola che non dobbiamo mai stancarci di ripetere e soprattutto di testimoniare: è il dialogo”, conclude Castoro, ammonendo che “questa è la sfida davanti alla quale si trovano tutti gli uomini di buona volontà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa