Diocesi: Caritas Novara, sabato a Borgomanero la prima “Fiera della carità” con 26 realtà del territorio

Saranno 26 le realtà operanti in ambito caritativo sul territorio della diocesi di Novara che sabato 17 giugno presenteranno la propria attività nel corso della prima “Fiera della carità” organizzata dalla Caritas diocesana di Novara. A partire dalle 15, presso la parrocchia di san Marco a Borgomanero, saranno allestiti gli stands di centri d’ascolto e onlus legati alle Caritas parrocchiali. Trasparenza e condivisione di buone prassi sono i due elementi al centro dell’evento che si pone come ultima tappa del percorso formativo che ha coinvolto gli operatori Caritas nel corso dell’ultimo anno pastorale. La “Fiera della carità”, afferma il direttore della Caritas diocesana novarese, don Giorgio Borroni, “vorremmo diventasse appuntamento fisso per le nostre comunità”. Rispetto alla trasparenza, il direttore spiega che “a Borgomanero presenteremo i risultati dei progetti finanziati grazie ai fondi dell’otto per mille”. E poi c’è la condivisione: “la nostra diocesi – aggiunge don Borroni – è così grande che spesso anche chi si occupa di problemi simili non conosce le esperienze fatte in altre zone o parrocchie”. Il focus sarà incentrato sulle “Nuove povertà”, che – prosegue la nota – “sono state anche il tema del percorso formativo di quest’anno affidato a Pasquale Seddio, docente presso l’Università Avogadro e presidente dell’Opera cardinal Ferrari di Milano”. “Si tratta di imparare a leggere i cambiamenti sociali che riguardano il nostro Paese e il nostro territorio”, conclude don Borroni, perché “il rischio è di proporre vecchie logiche di assistenza e di accoglienza che non sono più in grado di dare risposte efficaci contro l’emarginazione sociale e la povertà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa