Allevamento: Acli Latina, Italia leader mondiale esportazioni salumi. Sviluppare mercato virtuoso a favore dei produttori locali

Con un valore complessivo di quasi 1,38 miliardi di euro, nel 2016, l’Italia ha conquistato la leadership mondiale per le esportazioni di preparazioni e conserve suine, superando la Germania. I salumi italiani vincono il confronto competitivo, nonostante il loro prezzo medio alto. Lo riferisce un comunicato delle Acli provinciali di Latina. L’analisi dell’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) evidenzia che la Germania ha incrementato i propri acquisti dall’Italia (+4 % in valore nel 2016) a discapito dei concorrenti spagnoli (-3%) e che, in Francia, i salumi italiani hanno guadagnato terreno (+7%) nei confronti dei produttori tedeschi (-7%). Un trend che potrebbe favorire, se ben sfruttato, anche gli allevatori della provincia pontina. Ne è convinto il presidente di Alba (Associazione per le carni bufaline dell’Agro Pontino e province del Lazio) e consigliere Acli Terra Agostino Mastrogiacomo: “La cultura gastronomica della provincia pontina offre alcuni prodotti che meritano di essere inseriti in questo trend di mercato positivo”. “Acli Terra Latina, attraverso l’associazione di produttori bufalini Alba – conclude -, è seriamente impegnata a creare le condizioni necessarie a sviluppare un mercato virtuoso a favore dei prodotti bufalini locali che va nella direzione indicata da Ismea e Assica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa