Teatri del Sacro: don Bianchi (Acec), “le sale della comunità non sono più i cinema parrocchiali, contaminano la città”

“Le sale della comunità, più di 800 in Italia, non sono più i cinema parrocchiali: contaminano la città, perché vivono la contaminazione dei linguaggi in maniera del tutto naturale”. Lo ha detto don Adriano Bianchi, presidente dell’Acec, intervenendo oggi a Roma, presso la Sala Marconi della Radio Vaticana, alla presentazione della quinta edizione de “I teatri del Sacro”, che quest’anno per la prima volta lascia la sede di Lucca per trasferirsi ad Ascoli Piceno. All’intero della manifestazione, che si svolgerà dal 4 all’11 giugno, si inseriscono anche le Giornate nazionali delle sale della comunità. Dall’8 all’11 giugno, gli “Sdc Days” vedranno alternarsi incontri, tavole rotonde e approfondimenti dedicati ai responsabili, volontari, presbiteri, simpatizzanti e operatori pastorali della Sale della comunità di ogni regione. Tra gli eventi in programma, il 9 giugno si terrà un incontro sul dialogo interreligioso fra cinema e teatro. Sabato 10 giugno il filosofo e teologo Giuliano Zanchi parlerà dell’arte come conservazione dell’umano, mentre l’11 giugno lo stesso Bianchi e il segretario generale dell’Acec, Francesco Giraldo, faranno il punto sul futuro delle Sale della Comunità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia